Friday, September 09, 2005

una banda di idioti

(vasca di degustazione sensoriale/libri)














Nei giorni in cui scorrono le immagini di una New Orleans straziata dalle acque si vedono elencare decine di riferimenti a opere cinematografiche, letterarie o musicali che hanno contribuito a consolidare il mito di una città protagonista dell’immaginario culturale del secolo scorso. Eppure nessuno sembra ricordare che quasi quarant’anni prima dell’uragano Katrina un altro cataclisma dalle immense proporzioni aveva cercato, con successo, di gettare New Orleans nel caos, magari nella speranza che il crollo si trascinasse dietro tutta quanta l’America. Il cataclisma rispondeva al nome di Ignatius J. Reilly, è stato probabilmente uno dei personaggi più folli di tutta la narrativa americana e usciva dalla penna dello sfortunato John Kennedy Toole, inedito e ignorato in vita, pubblicato e acclamato alcuni anni dopo il suicidio, commesso nel 1969 a soli trentadue anni. Lasciò due libri, Una banda di idioti e La bibbia al neon, che trovarono faticosamente un editore soltanto grazie all’insistenza e alla determinazione dell’anziana madre dell’autore. Una banda di idioti ha per protagonista proprio Ignatius J. Reilly, un colosso di carne paranoico e ipocondriaco che ha deciso di intraprendere una lotta senza esclusione di colpi con la società occidentale tutta, un brillante studente universitario laureatosi a pieni voti che ha scelto di lottare attraverso una strampalata forma di emarginazione intellettuale, un abbrutimento fisico e sociale che è il veicolo di un odio viscerale nei confronti delle fondamenta del vivere americano. Ogni cosa che entra in contatto con la spaventosa mole di Ignatius immediatamente si tipizza, i personaggi che popolano queste pagine assumono necessariamente la forma di un’istituzione, diventano i rappresentanti di un settore antropologico o politico della città o del paese: la famiglia incarnata da una madre alcolizzata e sempre sull’orlo del cedimento psichico, l’ordine costituito e mantenuto attraverso un poliziotto demenziale, l’istruzione affidata a professori universitari incapaci di recepire il talento di Ignatius, il lavoro rappresentato da padroni bohemien e dipendenti semplicemente surreali, la controcultura degli anni ’60 guidata da una rampolla sessuomane. Toole, nella sua impietosa caricatura della decadente New Orleans degli anni ’60, non risparmia nemmeno i personaggi che si muovono ai margini della società perché l’obiettivo della guerra personale di Ignatius non ha confini di classe, razza, sesso o ideologia. Ignatius è la mina vagante che vaga ed esplode dentro un habitat al quale non ha mai avuto intenzione di adattarsi; l’immergersi al suo interno provoca la reazione di sdegno di un mondo circostante ferito dall’abilità con la quale Ignatius individua e scopre le fondamenta di un’impalcatura politica traballante, insensata, schiava di una divisione in caste che umilia i suoi appartenenti attribuendo loro ruoli e consuetudini che ne esaltano la sconfinata stupidità. Un laureato che finisce a vendere hot dog nel quartiere francese indossando un costume assurdo, peraltro finendo regolarmente per ingurgitare voracemente il prodotto che dovrebbe smerciare, assume il ruolo di un sovvertitore della materia sociale che non teme di vestirsi di ridicolo per squarciare il velo sulla ridicolezza altrui, un sabotatore delle geometrie politiche al pari di Bourma Jones, personaggio che a ben vedere andrebbe a comporre, insieme a Ignatius e all’amata/odiata Myrna, uno strampalato e inconsapevole battaglione di sobillatori della rivolta grottesca e tragicomica narrata da Una banda di idioti.

John Kennedy Toole, Una banda di idioti, Marcos y Marcos, 2003.
Titolo originale: A confederacy of dunces. (1980)

atroC.T.X.Z.B.tion
//cashcow.splinder.com/" target="_blank">cashcow
dicosaparliamo
fanchi
fio
garnant
hotel messico
il boss
lady stardust
lineagotica
noncicapisco
parmachiara
playroom-decay
portugal
simonebolognesi
settore4c
something
sonechka
trailers
tausone
trentamarlboro
uliva
unicarisposta
winnicot
welovethecity
Powered by Blogger


indie blog aggregator
Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons License.


Blogarama - The Blog Directory
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Search For Blogs, Submit Blogs, The Ultimate Blog Directory
Listed on Blogwise

Blog Aggregator 3.0 - The Filter